Bomba Iasello sulla terza giornata

Bomba Iasello sulla terza giornata

bombaMEZZANA CLUB – PROSQUES  2 – 2
Rossi(2)

La bomba esplode prima di spogliarsi. Il Mister Marco Iasiello, dopo solo 80 minuti di gioco (2 gare, 1 vinta e 1 persa) rassegna le proprie dimissioni alla società del Mezzana Club. Lo spogliatoio assiste attonito al comunicato dell’allenatore: “Non c’è la mia mano in questi progetto, non lo sento mio, ecco perché me ne vado” – ci spiega.

Certo allenare giocatori che non hanno voglia di correre è difficile per tutti. Se ci aggiungiamo che gli stessi giocatori oltre a non correre fanno anche a gara a mancare alle partite, vuoi per un motivo vuoi per l’altro, allora le parole del mister sono da comprendere.

Ma the show must go-on e la squadra è già in campo. I Prosques sono a punteggio pieno e dopo pochi minuti si capisce anche perché: veloci, tecnici, concreti. Ma da questa parte stasera, finalmente, si fa sul serio: Reali Francesco è in campo e forma con Bartoli una coppia difensiva di comprovata esperienza. Dietro il solito Zannini, attento e decisivo. Davanti possono spaziare il bomber Rossi, autore anche stasera di una doppietta e Zefferini, prezioso anche in fase di contenimento. Fortunatamente c’è anche Biancucci oggi, che può dar sostegno alla squadra mettendo la sua tecnica e la sia esperienza a servizio dei compagni. La fase difensiva, che era totalmente mancata nella gara precedente, oggi è l’atteggiamento che più premia i dragoni, intelligenti a non abbassare mai la guardia e ad aspettare l’avversario nella propria metà campo. La potevano vincere, con un po’ più di fortuna, e la potevano perdere. Il pareggio è giusto e dà morale.

Nella doccia del dopo partita l’attenzione ritorna soprattutto sulla decisione dell’allenatore di abbandonare la barca che affonda(va) e i giocatori si accusano a vicenda violentemente:
“Lo hai mandato via te!”, “No sei stato te!”, “Lo sapevo, hai offeso e se n’è andato” …
La società intanto non sta a guardare: nella notte è stato già contattato un allenatore (N.M.) per sostituire il dimissionario Iasiello. Se N.M. non dovesse accettare l’incarico di guidare i Dragoni si pensa già ad una soluzione interna alla squadra, con la scelta di un allenatore-giocatore.

LA TARANTOLA